Vino Libero News

E' di Brandini il primo Barolo al mondo NON tappato con sughero!

La rivoluzione sostenibile arriva nelle Langhe del Barolo. Agricola Brandini, l’unica azienda certificata biologica partner dell’Associazione Vino Libero, ha scelto Select Bio di Nomacorc per tappare il suo Barolo Docg 2011. E' la prima volta che su questo vino viene Leggi tutto

Fontanafredda e Mirafiore ad Identità New York e Chicago

Anche quest’anno Fontanafredda e Casa E. Mirafiore volano oltre oceano con Identità Golose, la kermesse di cucina italiana d’autore che, partita undici anni fa da Milano, continua come ogni anno a portare testimonianza di italianità prima nella Grande Mela, Leggi tutto

Bennato & Farmers - Musica per la Terra

Giovedì 24 settembre, alle ore 21, presso l'Open Air Theatre San Carlo di Milano Expo, una serata di grande musica con Edoardo Bennato per celebrare contadini, allevatori, pescatori, affinatori e produttori di cibi italiani di qualità. Sono loro i protagonisti Leggi tutto

Vino Libero porta a Vinitaly la biodiversità enologica italiana

Oscar Farinetti, ideatore del progetto Vino Libero e presidente della cantina piemontese Fontanafredda, che ne è la capofila, ha sempre sostenuto che l’Italia è l’unica penisola al mondo che si estende, su una latitudine perfetta, stretta da nord a Leggi tutto

Barolo Resa 56: collezionista di premi!

Pubblicato il da Vino Libero in News, Vino Libero News Lascia un commento

Grandi soddisfazioni per Agricola Brandini in questi ultimi mesi dell’anno: è da poco uscita sul mercato l’annata 2010, la prima mai realizzata, ed il Barolo Resa 56 è già una star! Leggi tutto


Fontanafredda risponde all’attacco ad Oscar Farinetti de “La Gabbia”

Pubblicato il da Vino Libero in News, Vino Libero News Lascia un commento

 

Questa mattina, venerdì 24 ottobre, alle ore 8:00 i dipendenti di Fontanafredda, cantina del gruppo Eataly con sede a Serralunga d’Alba, si sono ritrovati in Assemblea insieme ai rappresentanti sindacali di FAI CISL e UILA-UIL per sottoscrivere un documento di protesta contro l’ennesima e violenta aggressione verbale ai danni di Oscar Farinetti, avvenuta nei locali della Fondazione Mirafiore lo scorso martedì, durante la presentazione dell’attività culturale dell’autunno. Una troupe del programma “La Gabbia” ha intercettato l’imprenditore prima dell’inizio dell’evento ed al suo  termine, sommergendolo di domande sul tema delle condizioni di lavoro e dei contratti di assunzione ad Eataly, senza ascoltare tuttavia le sue risposte, di fronte ad un pubblico attonito e sbigottito.

Stamattina, dopo aver illustrato l’accaduto a chi non era presente in quella data, Andrea Macchione, Amministratore Delegato dell’azienda vitivinicola, ha letto ad alta voce il testo del comunicato che sarà inviato alla redazione della trasmissione di La7, sottolineando la libertà assoluta della sottoscrizione da parte di tutti. E’ poi intervenuto Alberto Battaglino di UILA-UIL che ha ribadito l’impegno del Sindacato da lui rappresentato a confermare le parole di Macchione in qualsiasi sede, sostenendo la preoccupazione dell’azienda Fontanafredda per i continui attacchi da parte di alcuni media. “UILA-UIL respinge sindacalmente questi metodi e non può che dire bene di Fontanafredda, che impiega attualmente 160 dipendenti, che distribuisce premi oltre quello previsto, che ha rapporti sindacali ottimi. Ogni giorno, nei nostri uffici, affrontiamo situazioni davvero drammatiche e, proprio per questo motivo, riteniamo che quello che è avvenuto sia un fatto gravissimo. Noi non siamo pro-azienda; parliamo di fatti.”

Ha infine preso la parola Franco Ferria di FAI CISL: “Attacchi di questo tipo sono purtroppo molto comuni anche nei confronti di altre realtà eccellenti del nostro territorio. In questa storia, in particolare, il paradosso maggiore sta nel fatto che la troupe si è presentata in un’azienda come Fontanafredda dove, oltre ai benefici enunciati nella lettera, è prevista per tutti i lavoratori una polizza sanitaria integrativa contrattata a livello Aziendale, dove si rispettano i contratti e le norme di salute e sicurezza, si sostengono i valori sociali con attenzione verso le persone,si pagano i contributi, si fa della responsabilità sociale il fiore all’occhiello, si fa attenzione allo sviluppo sostenibile, alla sostenibilità ambientale anche in agricoltura, settore afflitto ancora oggi, nel 2014, dalla piaga del lavoro in nero. Sono questi gli scandali che bisognerebbe andare a mettere sotto la lente d’ingrandimento. Episodi come quello verificatisi martedì fanno male all’azienda e, a ricaduta, ai lavoratori. Dobbiamo tutti insieme ribaltare la situazione e dare eco nazionale alla vicenda”

I lavoratori di Fontanafredda vogliono controbattere con questo importante gesto alle accuse de “La Gabbia” e far sapere quali sono realmente le condizioni di lavoro all’interno dell’azienda.

 

 

Guarda il video dell’aggressione ad Oscar Farinetti >>


Torna la Festa della Vendemmia a Fontanafredda!

Pubblicato il da Vino Libero in News, Vino Libero News Lascia un commento

I grappoli sono maturi, le colline cominciano a colorarsi e l’autunno si avvicina: in Langa è il momento migliore per festeggiare. La storia della vite, dell’uva e del vino da sempre si intreccia con le feste e Fontanafredda celebra questo rito contadino con la seconda edizione della Festa della Vendemmia.

 

Sabato  13 settembre, dalle 12:00 fino a tarda notte, la tenuta  sarà animata da grandi cibi, grandi vini, grandi musicisti, spettacoli teatrali, arte e giochi per tutti i gusti.

 

Come da centenaria tradizione langarola, sarà un momento conviviale all’insegna del vino di qualità, della buona cucina e della cordialità, ma allo stesso tempo un evento di particolare importanza per l’Azienda, pensato per festeggiare questo periodo dell’anno in cui il lavoro, la creatività e l’ impegno dei viticoltori producono finalmente i propri frutti.

 

Passeggiando tra gli alberi secolari dei giardini che hanno fatto da contorno alla storia d’amore tra Vittorio Emanuele II, primo re d’Italia, e la Bela Rusin, sarà possibile pranzare e cenare con i grandi cibi di strada dei produttori di Eataly. Serviranno i loro prodotti di altissima qualità per le vie del borgo StreetEataly  agli antipasti, Antignano ed il Premiato Pastificio Afeltra di Gragnano ai primi, La Granda e le Piadine dei Fratelli Maioli ai secondi e Lait  ai dolci.

I partecipanti potranno ovviamente assaggiare i vini  del progetto  ”Vino Libero” , oltre ai vini dei grandi Produttori di Barolo di Serralunga d’Alba e agli spumanti promossi dal Consorzio dell’ Alta Langa.

 

A fare da contorno alla kermesse enogastronomica, le note balcaniche di Bandakadabra, una marching band itinerante che propone uno spettacolo in cui si intrecciano musica ed arte di strada; Boogia Boogia, il dj set che non ti aspetti, un viaggio musicale attraverso i favolosi anni ’50 e ’60, alla riscoperta di ritmi e melodie impolverate, da decenni stipate nel silenzio di cantine e solai; il concerto live di Provincia Italiana, una band di amici di lungo corso della Provincia di Torino che insieme suonano le magiche-tragiche-festanti note del Maestro Vinicio Capossela, e a seguire, per concludere la serata, il djSet di Big Easy Project

 

E poi in programma durante tutta la giornata momenti di animazione e giochi educativi per i più piccini a cura della didattica di Eataly; gli spettacoli teatrali della Compagnia dei Fratelli Ochner, dove la giocoleria e l’acrobatica di clown, marionette, maghi e fachiri, vengono messe al servizio dell’azione scenica; un Grande Gioco nel Bosco a cura dell’Associazione Turismo in Langa, a metà tra una caccia al tesoro ed un gioco dell’oca, che trasformerà in un grande tabellone le tappe del sentiero del Bosco dei Pensieri; un mercatino di oggetti artigianali e Associazioni Onlus e molto altro ancora.

 

L’ingresso alla manifestazione è completamente gratuito e la giornata potrà anche essere occasione per  visitare le storiche cantine ottocentesche.

 

Per informazioni: 0173/626100 o info@fontanafredda.it


Nelle Langhe piemontesi parte la vendemmia 2014

Pubblicato il da Vino Libero in News, Vino Libero News Lascia un commento

Ultime news dalle Langhe: parte quest’oggi, ritardo di circa 7-10 giorni sulla data prevista, la vendemmia delle uve Pinot nero e Chardonnay per le basi spumante. Possiamo quindi dire che in Piemonte inizia ufficialmente la Vendemmia 2014.

Abbiamo chiesto ad Alberto Grasso, presidente dell’Associazione Vino Libero e direttore agronomico di Fontanafredda e Mirafiore, di raccontarci qualcosa in più su quest’annata che si sta per concludere. Ecco le sue parole:

 

“La campagna 2014 non è stata certamente facile. Il mancato consolidamento dell’alta pressione africana nelle regioni del nord Italia ha lasciato questi territori sotto l’influenza delle perturbazioni atlantiche determinando un clima tipicamente nordico.
L’inverno 2013/2014, particolarmente mite, aveva determinato un germogliamento anticipato e, seppur con un certo affanno, anche la fioritura aveva confermato questa tendenza. A determinare un brusco rallentamento sono stati i mesi successivi ed in particolare il periodo giugno/agosto. Giugno e luglio risulteranno i due mesi più piovosi degli ultimi 50 anni con un totale di oltre 200 mm di pioggia caduti in ben 29 giorni su 61 (quasi un giorno di pioggia ogni due!).

L’attesa ripresa termica, più volte evocata nel mese di agosto, si è rilevata poca cosa e anche questo mese è giunto al termine con temperature miti.
Il clima “anomalo” ha complicato notevolmente tutte le attività di campagna ed è stato necessario adottare strategie adeguate alle condizioni esistenti. Una difesa antiparassitaria accorta e scelte agronomiche attente sono risultate fondamentali per giungere alla raccolta con uve di qualità.
Il 2014 non ha concesso “disattenzioni” in vigna e solo le aziende “tecnicamente pronte” hanno saputo mantenere gli obiettivi qualitativi nel rispetto di quella “sostenibilità ambientale” oggi ritenuta importante ma troppo spesso declinata nei fatti.

Nei vigneti aziendali e in quelli degli agricoltori aderenti, gli impegni previsti nel disciplinare del progetto VinoLibero sono stati mantenuti. Quindi, ancora una volta, abbiamo ottenuto uve di qualità non impiegando concimi di sintesi e diserbanti e limitando gli interventi antiparassitari a quanto tecnicamente necessario. L’impiego dei modelli previsionali per le principali avversità e la rete di stazioni di monitoraggio creata, ha concesso ai tecnici di lavorare al meglio evitando danni alla produzione.
La vendemmia 2014 vedrà, in ogni caso, riaffermarsi con prepotenza la supremazia qualitativa dei grandi crù di Langa la cui vocazione viticola era parsa meno importante negli anni passati.
Per quanto concerne le uve precoci si osserva una situazione sanitaria buona e la maturazione sta procedendo lentamente ma con il giusto equilibrio tra la componente acida e quella zuccherina. Certamente i vitigni Pinot e Chardonnay saranno i meno penalizzati dal clima fresco del 2014 e ci attendiamo basi spumante molto aromatiche e strutturate. Anche la Maturazione del Moscato procede con lentezza e nella maggior parte dei campioni monitorati i parametri minimi richiesti non sono ancora stati raggiunti. Lo stato sanitario di questa varietà è più a rischio in quanto più sensibile al marciume ma il buon livello produttivo presente nei vigneti consentirà la selezione delle uve in fase di raccolta.
Per i vitigni medio precoci come il Dolcetto, l’Arneis e la Nascetta riferiremo nei prossimi giorni.”

 

Non ci resta quindi che augurare a tutti una buona Vendemmia!